Lingue - buone pratiche

Strutturare bene i progetti di scambio, valutare le competenze orali degli alunni nella lingua straniera, incoraggiare adeguatamente gli alunni madrelingua, creare spazi linguistici – La presente pubblicazione contiene 28 esempi di buone pratiche per l’insegnamento delle lingue nella scuola dell’obbligo.

Gli esempi di buone pratiche sono stati elaborati da esperti nel campo della didattica e insegnanti provenienti dal contesto svizzero, per il contesto svizzero e possono essere utilizzati a integrazione dei materiali didattici già disponibili. Spesso contengono materiali da poter impiegare direttamente in classe.

Gli esempi di buone pratiche sono destinati agli insegnanti di lingue e ai formatori di insegnanti operanti nel settore linguistico. Alcuni temi possono tuttavia essere interessanti anche per i direttori scolastici o i collaboratori delle amministrazioni cantonali, come ad esempio quelli riguardanti l’organizzazione di progetti linguistici tra classi o quelli di scambio.

Gli esempi di buone pratiche sono editi dalla Conferenza svizzera dei direttori cantonali della pubblica educazione (CDPE) per supportare i Cantoni nell’attuazione pratica di un insegnamento linguistico efficace e motivante.



Buone pratiche nell'insegnamento delle lingue
Esempi per l'insegnamento delle lingue nazionali e dell'inglese nella scuola dell'obbligo
© 2017, Segretariato generale della CDPE

Questa pagina in: Deutsch Français

Ultimo aggiornamento di questa pagina: 02.05.2018

Job